Chi siamo

Missione

TICINO IN DANZA è un format dedicato alla danza contemporanea, che mette in relazione artistə internazionali e abitanti nel territorio del Canton Ticino per sperimentare e co-progettare nuove possibilità di incontro.

È una permanenza per artistə, uno spazio professionale e informale dedicato alla ricerca in cui ci si prende il tempo per condividere e sperimentare pratiche, esperienze e intenzioni.

È un festival radicato nel territorio che attraverso il processo creativo dialoga con le comunità di un’area periferica coinvolgendole in forma attiva e partecipata.
Nell’incontro tra artistə e comunità TiD si propone di costruire esperienze relazionali innovative e generative.

PROMOTORE | Associazione culturale Veicolo Danza

Team

Alessia Della Casa | Coordinazione artistica

Originaria della Svizzera italiana, Alessia Della Casa studia danza classica all’accademia di Riga e riceve in seguito una borsa di studio per completare il biennio in tecnica Cunningham presso il Cunningham Studio di New York. Vive negli Stati Uniti fino al 2015, danza per vari coreografi tra i quali Olsi Gjeci, Sally Bowden, Vanessa Tamburi, Anita Cheng e lavora ad una ricerca coreografica propria. Rientrata in Svizzera nel 2016 ottiene, presso SUPSI, un Certificate for advanced studies in Theatre Performance and Contemporary Live Arts.
Dal 2013 coordina il Festival Ticino in Danza e dal 2014 è membro di giuria di IDACO NYC (Italian Dance Connection).
Come autrice nel 2017 è tra i vincitori, con Veicolo Danza, del concorso cantonale per la mediazione della danza, indetto da Reso-rete danza svizzera e Cantone Ticino Dipartimento Educazione Cultura Sport, con il progetto Percorsodanza. Nel 2018 è selezionata per la residenza Young Audience Lab, proposto da Reso-rete danza svizzera e diretto da Erik Kaiel, con il progetto Diventare Cappuccetto Rosso. Nel 2019 è tra i semi-finalisti di PREMIO SCHWEIZ con il progetto DANSONOGRAPHY.
Dal 2022 lavora ad un nuovo formato di Festival/Permanenza indirizzando la progettualità verso nuove pratiche artistiche di incontro e scambio tra artisti e con il pubblico.

Beatrice Sarosiek | Project management

Si occupa di progettazione culturale, innovazione sociale, audience development e welfare culturale. Cura processi di trasformazione sociale e culturale che favoriscano la relazione e lo scambio fra comunità locali, enti del territorio, istituzioni culturali e artisti. Lavora come consulente con fondazioni, enti pubblici, cooperative, musei e teatri su temi quali inclusione sociale, rigenerazione urbana e welfare culturale a Milano, Padova, Torino, Genova. Al momento è project manager del Cultural Wellbeing Lab di Fondazione Compagnia di San Paolo, della rete Lilliput, a piccoli passi nei musei in Liguria, Fertili Terreni Teatro a Torino, «Theatre Sharing Per una cultura condivisa» a Genova (in collaborazione con Teatro della Tosse e docente a contratto presso IAAD Torino.

Giordana Patumi | Comunicazione e organizzazione

Giordana è danzatrice, coreografa, artista didattica, amministratrice culturale, specialista di marketing e scrittrice per due riviste d’arte online. Laureata in danza contemporanea al Trinity Laban Conservatoire of Music and Dance di Londra, danza e studia con David Zambrano, Emanuel Gat, Sadé Alleyne (Akram Khan), Natalia Iwaniec, Tomislav English (Ultima Vez), Hofesh Shechter e tra gli altri. Dopo il Master in Performing Arts Management dell’Accademia Teatro alla Scala e del MIP Politecnico di Milano si trasferisce a New York ed entra a far parte dell’Alvin Ailey American Dance Theater come stagista nel dipartimento di produzione e sviluppo. Attualmente è membro dello staff freelance della Direzione Generale e Sviluppo/Progetti Speciali della Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto (Reggio Emilia, Italia), responsabile della produzione per l’Associazione Veicolo Danza / Ticino in Danza Festival (Mendrisio, CH) e collaboratrice della Compagnia Teatro Danzabile (Lugano, CH).

Silvia Ferrari | Facilitazione e cura del processo

Facilitatrice e curatrice teatrale Silvia Ferrari è founder di mooncult, un progetto che si occupa di co-progettazione e facilitazione in ambito culturale (www.mooncult.it). Ha conseguito un dottorato in Letteratura Italiana all’Università di Ferrara ed è giornalista pubblicista. Si occupa di progettualità internazionali, innovazione sociale e coordina e sviluppa progetti di audience development. Ha seguito nel 2021 il Master Facilitatori, diretto da Gerardo De Luzenberger e Stefania Lattuille, riconosciuto dalla IAF (The International Association of Facilitators). Da allora continua a formarsi, approfondendo tecniche e metodologie diverse con docenti internazionali, dal Dragon Dreaming al Dialogic OD, dal Processwork al Clean Language.